Crea sito

Fiorella Mannoia lancia l’allarme – Quarantena? Per le donne che subiscono violenza domestica può rivelarsi un incubo

 

Fiorella Mannoia

 

 

.

.

SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK Elogio alla Follia

.

.

 

Fiorella Mannoia lancia l’allarme – Quarantena? Per le donne che subiscono violenza domestica può rivelarsi un incubo

Il periodo di emergenza legata al coronavirus sta costringendo gli italiani a restare in casa. La casa, però, è il luogo dove troppo spesso si consumano atti di violenza contro le donne.

Per questo il Dipartimento per le Pari opportunità ha lanciato una campagna social dal titolo “Libera puoi”, per ricordare che anche durante questo periodo è possibile chiedere aiuto. Alla campagna ha aderito anche Fiorella Mannoia – sempre in prima linea quando si tratta di difendere i più deboli –  che ha presentato lo spot con queste parole:

“La restrizione che ci vede isolati in casa, per le donne che subiscono violenza domestica, può rivelarsi un vero incubo. Noi abbiamo deciso di renderci disponibili a questa iniziativa, che aiuta le donne, anche in questo momento, specialmente in questo momento, a non sentirsi sole”.

Fiorella Mannoia, i tweet sul coronavirus

In questo periodo Fiorella è molto attiva sui social. Su Twitter si è rivolta con durezza nei confronti di quanti non stanno rispettando il divieto di uscire di casa, se non per alcuni specifici e urgenti motivi, ricordando loro che “se si prolungherà questa prigionia la colpa sarà soprattutto vostra”.

Inoltre, sempre con un tweet, Fiorella Mannoia ha chiesto al Governo: “E le fabbriche che non hanno a che fare con le necessità della popolazione, quando le chiudete?”. Una domanda con la quale intendeva ovviamente porre la dovuta attenzione anche alla sicurezza e alla salute dei lavoratori. Ricordiamo, per esempio, che la produzione dei caccia da guerra F35 che, sebbene al momento assolutamente non necessaria, non è mai stata fermata.

Please follow and like us:
error20
Tweet 20
fb-share-icon20
error

Seguici anche su Facebook: