Crea sito

Nel 1492 – Una poesia dell’Uruguaiano Eduardo Galeano che più che una poesia è un cazzotto nello stomaco a noi occidentali, padroni del mondo.

 

1492

 

.

.

SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK Elogio alla Follia

.

.

 

Nel 1492 – Una poesia dell’Uruguaiano Eduardo Galeano che più che una poesia è un cazzotto nello stomaco a noi occidentali, padroni del mondo.

 

Nel 1492

Nel 1492
i nativi scoprirono che erano degli indiani
scoprirono che vivevano in America
scoprirono che stavano nudi
scoprirono che esisteva il peccato
scoprirono che dovevano ubbidire
un re e una regina di un altro mondo
e un dio di un altro cielo
e che questo dio aveva inventato
la colpa e il vestito
e aveva dato l’ordine di bruciare vivo colui
che adorasse il sole e la luna e la terra
e la pioggia che la bagna

Eduardo Galeano

 

Eduardo Hughes Galeano (Montevideo, 3 settembre 1940 – Montevideo, 13 aprile 2015) è stato un giornalista, scrittore e saggista uruguaiano. È stata una delle personalità più autorevoli e stimate della letteratura latinoamericana. I suoi libri sono stati tradotti in molte lingue e combinano documentazione, narrazione, giornalismo, analisi politica e storia, sebbene l’autore stesso non si riconoscesse quale storico.

Please follow and like us:
error20
Tweet 20
fb-share-icon20

Una risposta a “Nel 1492 – Una poesia dell’Uruguaiano Eduardo Galeano che più che una poesia è un cazzotto nello stomaco a noi occidentali, padroni del mondo.”

  1. “Vennero,
    loro avevano la Bibbia e noi avevamo la terra
    E ci dissero:
    “Chiudete gli occhi e pregate”
    E quando aprimmo gli occhi,
    loro avevano la terra e noi avevamo la Bibbia.”

    Eduardo Galeano

I commenti sono chiusi.

error

Seguici anche su Facebook: