Una breve, sensuale, stupenda poesia di Saffo: “Schiava d’amore”

Saffo

 

 

 

.

.

SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK Elogio alla Follia

.

.

 

Una breve, sensuale, stupenda poesia di Saffo: “Schiava d’amore”

 

Schiava d’amore

Tremori inebrianti assalgono

Membra ossessionate.

Dall’inferno

Paradisiaci influssi

Ungono insaziabili orgasmi,

varando il talamo.

Taci ora!

Rovesciami inginocchiati

Oltraggiami.

Saffo di Lesbo

 

Saffo, la poetessa dell’amore dell’antica Grecia.

Originaria dell’isola di Lesbo, era nota per aver fondato un Tiaso, un luogo di devozione alla dea Afrodite, dove le ragazze si riunivano e si esercitavano nel canto, nella musica e nella poesia.

La leggenda vuole che Saffo fosse innamorata di una di queste. Cosa assolutamente normale in un mondo, come quello Greco classico, in cui l’amore omosessuale – diversamente a quanto avviene nella società odierna – era del tutto accettato e considerato normale.

Molti furono i versi dedicati a questo suo grande amore. Tra questi, il componimento “Schiava d’amore” che ben delinea la carica erotica della poetessa. Viene descritto, con un realismo incredibile, ma anche con infinita dolcezza, il momento in cui Saffo si congiunge con la propria amante.

Pochi poeti avrebbero potuto racchiudere l’amore passionale in così pochi versi.

 

 

Please follow and like us:
error20
Tweet 20
fb-share-icon20
error

Seguici anche su Facebook: